Lang: Ita
Prenota Preventivo
Restaurare una masseria in Salento: come farlo e perché

Restaurare una masseria in Salento: come farlo e perché

Le masserie del Salento sono uno degli elementi più interessanti della cultura architettonica salentina. Noi della Tenuta Specolizzi, abbiamo restaurato la nostra masseria e vogliamo spiegarvi come come si restaurano queste antiche case di contadini o ex fattorie mantenendone inalterata la struttura e i materiali pregiati originari.

Le masserie del Salento sono delle strutture plurifamiliari tipiche della tradizione contadina del cinquecento e del seicento, utilizzate per le coltivazioni agricole e per l’allevamento analogamente ad altre dimore rurali del sud Italia.

Nei secoli, alcune masserie del Salento hanno subito dei cambiamenti sostanziali, con modifiche irreversibili nella forma natia, ma hanno lasciato comunque una testimonianza inestimabile del passare del tempo.

Dopo essere cadute nell’oblio per decenni, le masserie del Salento sono state rivitalizzate dall’intervento umano, diventando i gioielli agrituristici che conosciamo oggi e mantenendo intatto il loro splendore naturale.

Vediamo più da vicino le tecniche utilizzate per il restauro conservativo delle masserie salentine.

Per capire come si restaurano le  masserie del Salento, occorre fare riferimento ad una regolamentazione giuridica a livello regionale e nazionale, puntando sul rispetto della tipologia della struttura. In questo modo, si cerca di salvaguardare l’aspetto estetico originario e la struttura architettonica della masseria salentina.
Per essere un’attività dedicata al servizio turistico, deve essere, ovviamente, una masseria già esistente e non una nuova costruzione. A meno che non necessiti di interventi incisivi, si deve cercare di intervenire il meno possibile per recuperare la masseria salentina, in base al rapporto tecnico preliminare effettuato sulla struttura.

La forma originaria e la composizione dei materiali deve essere il punto di partenza per capire come si restaurano le masserie del Salento. Le attività conservative, puntano ad un utilizzo più ampio di calce per gli intonaci a scapito del cemento.

La calce infatti dona esteticamente antichità alle mura interne ed esterne allo stesso tempo isolandole dall’ umidità.

La colorazione delle masserie del Salento rispetta i motivi e le decorazioni originari e viene effettuata con vernici, pigmenti e terre naturali. Le porte e gli infissi, generalmente in legno, come anche i pavimenti di una masseria salentina ristrutturata rispettano anch’essi lo stile contadino, provvedendo al restauro degli arredi già esistenti, quando possibile.
 
vedi tutte ›
Buongiorno, sono stato in questa struttura in occasione di un viaggio di piacere in Puglia con mia moglie e il nostro piccolo cagnolino. Il titolo dic...
Silvana e Mario Due nomi sinonimi di Qualità! Qualità nel servizio, qualità nell'accoglienza, qualità nell'Amicizia con i clienti. Siamo stati ...
Posto fantastico, immerso nella natura, stanze curate nei dettagli e molto confortevoli. Colazione super con prodotti genuini e selezionati, anche per...
Buongiorno,sono Dario dalla provincia di Mantova.Dopo anni di dolci fantasie finalmente quest’anno ,anche grazie alla Determinazione della mia amata...
La tenuta Specolizzi è un'isola felice immersa fra ulivi e frutteti. Tutto è perfetto: location bellissima, stanze accoglienti e contemporanee ma in...
LEGGI TUTTE
LE RECENSIONI

Richiedi un preventivo PENSEREMO A TUTTO NOI
MyReply Form loading loading form
Siamo nel cuore caldo
del Salento



Tenuta Specolizzi
S.P. 193 Presicce - Lido Marini
73050 Salve(Le)
+39 3404852981
P.Iva 02389060753
info@specolizzi.it
Social Wall SEGUICI, INTERAGISCI, RIMANI IN CONTATTO CON NOI
Privacy Policy - Condizioni - FAQ
Credits TITANKA! Spa © 2018